I DIARI DELL'AMMINISTRATORE N° 11 DEL 04/03/2015

Trasparenza e risultati economici

Questa mattina sono stato chiamato in Commissione Ambiente e Bilancio per un approfondimento su Messinambiente, la situazione aziendale e le prospettive.

Dopo una discreta attesa (un'oretta) per l’inizio dei lavori abbiamo affrontato numerose tematiche collegate al polverone emerso attorno a ipotetiche “spese pazze” collegate alla mia gestione.

L'occasione mi è gradita per fare nuovamente chiarezza sul bilancio del mio operato.

Nel Marzo scorso ho presentato al Comune il progetto “Azienda Messinambiente spa – Intervento di Alessio Ciacci” che citava i punti di intervento previsti e le condizioni economiche così come la copertura delle spese e l’avvio di alcune consulenze per il conseguimento di ambiziosi obiettivi strategici. 

Nel progetto iniziale si definiva che ogni spesa sarebbe stata rendicontata, così in data 4 Dicembre ho spedito una mia relazione con le spese affrontate nei primi mesi.

Il 13 Gennaio ho presentato nella stessa commissione un rapporto di 73 pagine più allegati tecnici con una parte finale di sintesi su riorganizzazione, riduzione di costi, organizzazione nuovi servizi per la sostenibilità ambientale ed economica dell’azienda.

Poiché è importante sottolineare i risultati anche dal punto di vista economico credo sia utile questo elenco che li riassume.

-         Annullato contratto manutenzione esterna Cassonetti della gestione precedente alla mia (ma quando già c’era questo consiglio comunale) che costava 20 mila euro al mese; nel 2012 è costato all’azienda circa 250 mila euro e oltre 1 milione dalla sua stipula. I costi evitati sono dunque 850 mila euro fino a fine contratto e 130 mila euro di arretrati non riconosciuti;

-         Eliminazione straordinari e festivi per oltre 100 mila euro;

-         Riduzione costi trasporto privato in discarica per 1 milione di euro;

-         Riduzione spese legali per circa 50 mila euro;

-         Riduzione conferimenti in discarica per circa 400 mila euro;

-         Vantaggi economici dall’avvio a riciclo del verde per circa 25 mila euro;

-         Vantaggi economici dal miglioramento della qualità dei materiali nella raccolta differenziata del vetro per circa 30 mila euro;

-         Aumento corrispettivo consorzi del riciclo per miglioramento quantità differenziata per circa 40 mila euro;

-         6 Mezzi e 400 cassonetti acquistati ad un valore nettamente inferiore ai costi di mercato e a costi sostenuti in precedenza dall’azienda;

-         Finanziamenti previsti da COMIECO (la conferenza stampa prevista prossimo 10 Marzo) per attivazione porta a porta a Messina.

Ricapitolando possiamo distinguere 3 voci: 1) Tagli per circa 2,5 milioni  2) Vantaggi economici per circa 300 mila 3) Finanziamenti per circa 200 mila. Sommando tutte le voci arriviamo a circa 3 milioni di euro.

Questa attività è stata possibile grazie al mio lavoro che è costato 61 mila euro lordi (il 2% dei risparmi economici apportati in un anno, ovvero un investimento per il Comune che ha reso 50 volte, cioè, il 5.000% ).

Questo è stato possibile anche grazie a consulenze, in primis quella di Raphael Rossi che erano presenti e quantificate nel progetto iniziale e che rappresentano una infinitesima parte dei vantaggi ottenuti, nello specifico di Rossi è stata fatta una consulenza di circa 35 mila euro a cui ne è seguita una con la sua società da 31 mila, ovvero con una riduzione del 10%.

Una scelta contestata ma che permette alla società di continuare a costruire questi risultati e di potersi avvalere di una persona selezionata e di spessore nazionale.

Sulle mie spese posso specificare che i viaggi sono sempre stati quelli preventivati, ovvero il viaggio settimanale di rientro a domicilio e di ritorno a Messina o strettamente funzionali all’attività aziendale mentre per il vitto avevamo fatto una convenzione con un ristorante per un primo a pranzo e un secondo a cena (una scelta di rigore visto la bontà della cucina siciliana).

 Solo in un'occasione c’è stata una spesa più significativa perché essendo in loco dei consulenti esterni sono stati ospitati per la cena dall’azienda.

Per l’alloggio dormo in un normale albergo con cui  avevamo una convenzione visto che per ragioni di sicurezza mi è stato consigliato di evitare di affittare una casa per cui non ci sarebbero stati peraltro ulteriori   ribassi.

Durante la commissione comunale, che si è svolta quasi tutta in assoluta armonia, ci sono stati anche dei momenti di tensione in particolare con un consigliere comunale che ha fatto delle affermazioni anche pesanti sulla mia gestione aziendale, proprio per questo ho già richiesto formalmente la trascrizione della seduta per valutare le azioni da intraprendere per la difesa dell’immagine mia e dell’azienda pubblica che rappresento.

Chi amministra deve pensare al bene comune, all’interesse dei cittadini e alla totale trasparenza dei propri atti, proprio per questo con la mia gestione Messinambiente ha aperto un sito internet, sta inserendo sempre più dati, informazioni, documenti ed ha avviato forme di consultazione aperte a tutti, interne ed esterne all'azienda, per raccogliere informazioni, suggerimenti, critiche per cercare di migliorare continuamente i propri servizi.

Il dialogo con il Consiglio Comunale e con i giornali è alla base di un servizio etico, proprio per questo motivo ho provveduto a consegnare in prima persona i dati sulle spese aziendali, ciò che ritengo fuori luogo è delegittimare un processo di cambiamento, sostenuto dal Sindaco e dalla Giunta Comunale, che sta coinvolgendo tutta l'azienda di Messinambiente.

E' un atto miope, pericoloso e ingiusto nei confronti dei lavoratori che si stanno impegnando per risollevare le sorti di un'azienda in grave crisi economica.

Aggiungo inoltre che recentemente in assemblea dei soci del 3 Febbraio il mio compenso è stato ridotto a 36 mila Euro lordi, uno degli stipendi più bassi che riconosce l'azienda, seppure per l'incarico con le maggiori responsabilità.

Con l'augurio di un buon lavoro e di un impegno sempre più efficace per Messina.

Alessio Ciacci