I DIARI DELL'AMMINISTRATORE N° 07 DEL 31/10/2014


Dalla scuola alla terra per coltivare sostenibilità in tutta la città

E’ stato davvero un bel momento, carico di entusiasmo e voglia di fare quello dell’incontro pubblico, organizzato a Palazzo Zanca da Messinambiente, con gli insegnanti ed i dirigenti scolastici delle scuole di Messina. Per la prima volta Messinambiente ha preso l’iniziativa di presentare un proprio percorso didattico rivolto a tutte le scuole cittadine per alimentare la cultura, anche tra i ragazzi, di attenzione all’ambiente e alla raccolta differenziata. Oltre alla condivisione sui contenuti progettuali e sui percorsi didattici è emerso il bellissimo interesse e disponibilità di molte scuole di attivare percorsi per il compostaggio collettivo degli scarti delle proprie mense scolastiche. Una vera rivoluzione che potrebbe permettere di unire sostenibilità ambientale, educazione, risparmio e creazione di una vera rivoluzione estendibile a molte altre scuole del territorio. Messina ha la fortuna di sperimentare già una delle più belle e significative esperienze nazionali di compostaggio collettivo nelle ville comunali. Questa esperienza potrebbe fare sempre più da esempio per le scuole e con il vantaggio di poter utilizzare il compost autoprodotto in alcune coltivazioni scolastiche. I ragazzi ed i loro insegnanti sono una vera e propria speranza per una città che sta cercando di voltare pagina dai molti problemi che ne limitano le potenzialità. Rendere le nuove generazioni protagoniste di un significativo cambiamento che le rende attori in prima fila può dimostrare a tutta la città che cambiare è possibile, basta volerlo. Il lento ma costante miglioramento dei servizi, l’impegno con le scuole, l’avvio a riciclo degli sfalci e delle potature, la progettazione ormai a conclusione dell’ormai imminente porta a porta in alcuni quartieri cittadini, sono elementi, piccoli, ma sempre più significativi che la svolta che abbiamo costruito in questa azienda sta portando i primi risultati. Occorre continuare a remare in questa direzione, aumentare le forze e la determinazione condivisa, allargare la consapevolezza dei problemi e alimentare sempre più la speranza di poter costruire una città più pulita, una migliore raccolta differenziata, un’azienda attenta ai propri cittadini.